+39 334 228 44 44

Dal lunedì al venerdì h 9:00 - 16:00

+39 334 228 44 44

Dal lunedì al venerdì h 9:00 - 16:00

media
28 June 2021

Pressione bassa in estate

Si parla di pressione bassa o ipotensione, quando la pressione sanguigna arteriosa massima è inferiore ai 100 mmHg. L’estate è il periodo dell’anno in cui l’organismo è più soggetto alle conseguenze del caldo e, quando si soffre di pressione bassa, è importante, prima di tutto, accertarsi che non si tratti di una conseguenza di un disturbo già presente, consultando un medico e, se così non fosse, adottare tutta una serie di buone pratiche che possono riequilibrare i valori pressori.

Sintomi

Quando si parla di pressione bassa ci si riferisce a una condizione in cui i valori pressori della circolazione sanguigna a riposo sono inferiori a quelli relativi a uno stato di piena salute. È meno frequente della più grave e preoccupante ipertensione, e fa parte di quegli episodi relativamente comuni in concomitanza del caldo estivo, che può causare una sensazione di stanchezza mentale e spossatezza fisica, seguite, nei casi più estremi, da senso di svenimento, confusione e visione offuscata.

Rimedi e consigli

Per ovviare alla pressione bassa dovuta alle alte temperature, è importante intraprendere diverse buone pratiche contro il caldo, iniziando con l’evitare di restare per troppo tempo sotto il sole che, oltre a essere dannoso per la salute della pelle, causa un innalzamento della temperatura corporea.

Spesso il calo della pressione e delle energie è dovuto alla ingente perdita di Sali minerali dovuta alla sudorazione: questi principi sono essenziali nei mesi più caldi, su tutti magnesio e potassio, di cui sono ricche le verdure a foglia verde, la frutta secca, le banane, i cereali e i legumi. I Sali minerali si assumono anche attraverso una corretta idratazione, specialmente con l’acqua oligominerale calcica, ricca di calcio e altri minerali essenziali, per cui è importante assumere sempre almeno 1,5 litri di acqua al giorno.

È utile anche evitare gli sbalzi di temperatura e, prima di passare da un luogo dove c’è l’aria condizionata, all’esterno (o viceversa), è importante cercare di identificare un’area neutra, dove trascorrere qualche minuto, generalmente situata prima delle uscite dai luoghi (come nei centri commerciali).

Per chi sa di soffrire spesso di pressione bassa, può essere d’aiuto avere sempre con sé un po’ di sale o una radice di liquirizia, che faranno sentire subito meglio, in quanto principi utili per far salire la pressione.

Volendo stilare una lista di buone abitudini da adottare durante l’estate, per evitare un abbassamento di pressione, così come cali di energia e spossatezza, troviamo:

  • L’idratazione profonda del corpo, attraverso l’assunzione di almeno 1.5 litri di acqua al giorno e assumendo tanta frutta e verdura
  • Portare sempre con sé un fazzoletto da inumidire con acqua fresca e da tamponare sulla nuca, sulle tempie e sui polsi, per mantenere costante la temperatura corporea e la pressione.
  • Evitare di stare al sole nelle ore di punta oppure stando all’ombra e indossando un cappello a tesa larga.
  • Se le temperature sono molto elevate, effettuare anche diverse docce
  • È importante anche riposare nelle ore pomeridiane per raccogliere energie.
  • Evitare di indossare vestiti aderenti e/o sintetici, preferendo gli abiti in fibre naturali e dalle linee morbide, utili anche per evitare di sudare troppo.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

0 Commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono evidenziati.*

Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie