ICTAMMOLO ZETA 10% UNG 30G

€ 3,20 € 4,50
  • Disponibilità: Disponibile
  • Brand: ZETA
  • Codice prodotto: 031332012
  • Punti fedeltà: 6
  • ATTENZIONE:
    In caso di esaurimento scorte, l'ordine potrebbe subire un ritardo sui normali tempi di evasione.

Denominazione

ICTAMMOLO ZETA 10% UNGUENTO

Quali sono i principi attivi di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

100 g di unguento contengono Principio attivo: ammonio solfoittiolato 10 g. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

Eccipienti

Vaselina bianca.

Quali sono le controindicazioni di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Qual è la posologia di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Applicare l’unguento, nella quantità necessaria in relazione alla parte da trattare, 2–3 volte al giorno, coprendo con una garza.

Come si conserva Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Conservare il contenitore ben chiuso nella confezione originale al riparo dalla luce.

Quali sono le avvertenze di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Non applicare in prossimità degli occhi e sulle mucose. Evitare di esporsi al sole e raggi UVA dopo l’applicazione. L’uso, specie se prolungato, dei medicinali per uso locale può dare origine a fenomeni di irritazione o di sensibilizzazione. Ove ciò si verifichi, interrompere il trattamento.

Quali sono le iterazioni di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Non sono stati effettuati studi specifici di interazione.

Quali sono i possibili effetti indesiderati di Ictammolo Zeta 10% Ung 30g ?

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati di Ictammolo, organizzati secondo la classificazione organo sistemica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: dermatiti, bruciori, irritazioni della cute, reazioni di ipersensibilità.

Sovradosaggio

Se usato in quantità eccessiva può essere irritante per la cute e le mucose.

Si può utilizzare Ictammolo Zeta 10% Ung 30g in Gravidanza ?

In mancanza di studi specifici, il medicinale deve essere utilizzato durante la gravidanza e l’allattamento solo in caso di necessità e sotto diretto controllo medico.